Gastroenterologia.net
OncologiaMedica.net
Reumatologia
Neurologia

Acidi grassi polinsaturi Omega-3: Olevia per il trattamento della ipertrigliceridemia e nel post-infarto miocardico


I principi attivi di Olevia sono Acidi grassi polinsaturi Omega-3 esteri etilici altamente purificati. Olevia riduce alcuni grassi del sangue ( trigliceridi ).

Olevia è impiegato: insieme ad altre misure terapeutiche, quando appropriate, per il trattamento dopo un infarto miocardico; per il trattamento di alcune forme di aumento dei grassi nel sangue ( ipertrigliceridemia endogena ) dopo che il solo cambiamento della dieta ed altre misure non-farmacologiche da sole ( ad esempio attività fisica ), non hanno prodotto risultati.

Non si deve assumere Olevia se il paziente è allergico agli Acidi grassi Omega-3, alla Lecitina di soia, alle arachidi o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale, se si è in gravidanza o si sta allattando.br>
Il paziente deve consultare un operatore sanitario prima di assumere Olevia: se deve sottoporsi o si è sottoposto di recente a un intervento chirurgico; se ha subito di recente una lesione traumatica; se ha un problema renale; se soffre di diabete non-controllato; se ha o ha avuto problemi epatici.
Il medico le prescriverà esami del sangue per monitorare gli eventuali effetti a carico del fegato di Olevia.

In assenza di dati sull’efficacia e sulla sicurezza, l’uso di Olevia non è indicato nei bambini e negli adolescenti.

Non esistono dati sull’uso di Olevia in pazienti anziani di età superiore a 70 anni. Occorre prudenza nell’uso di Olevia al di sopra dei 70 anni.

L'assunzione di Olevia in abbinamento a un medicinale che contrasta la coagulazione del sangue ( anticoagulante ) richiede attenzione; può verificarsi un aumento del tempo di sanguinamento.
Nel caso verrà adeguato il dosaggio di Olevia o dell’altro farmaco.

Se è in corso una gravidanza o si sta pianificando una gravidanza, o se la donna sta allattando con latte materno, è necessario, prima di assumere Olevia, chiedere consiglio al proprio medico.

La dose raccomandata di Olevia dopo un infarto miocardico è di 1 capsula al giorno; per valori elevati di grassi nel sangue: 1 capsula per 1-3 volte al giorno secondo prescrizione medica.

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati, sebbene non tutte le persone li manifestino.
Con l’uso di Olevia possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati: Comuni ( possono interessare fino a 1 persona su 10 ): disturbi di stomaco e indigestione ( dispepsia ); nausea; Non-comuni ( possono interessare fino a 1 persona su 100 ): mal di stomaco e dolore addominale, reazioni allergiche, capogiro, alterazioni del gusto, diarrea, vomito; Rari ( possono interessare fino a 1 persona su 1.000 ): cefalea, acne, esantema pruriginoso ( prurito ), iperglicemia, problemi epatici; Molto rari ( possono interessare fino a 1 persona su 10.000 ): presenza di sangue nelle feci, ipotensione arteriosa, secchezza nasale, eruzione cutanea con chiazze rossastre sollevate ( orticaria ), alterazioni nei valori di alcuni esami del sangue.

Oleiva ha come principi attivi gli Acidi grassi Omega-3 esteri etilici 90 con un contenuto in EPA e DHA non-inferiore all’85% ed in rapporto fra loro di 0.9–1.5.
Ogni capsula contiene 1000 mg di Acidi grassi Omega-3 esteri etilici 90. ( Xagena2017 )

Fonte: AIFA, 2017

Cardio2017 Endo2017 Farma2017


Indietro