Reumatologia
Ematologia.net
Mediexplorer

Stilnox nel trattamento dell'insonnia


Stilnox, il cui principio attivo è Zolpidem, é un sonnifero indicato per le diverse forme di forma grave di insonnia, in particolare in caso d'assopimento difficoltoso, d'interruzione del sonno, come pure nei risvegli prematuri.
Benché Stilnox appartenga a un'altra classe di sostanze chimiche, il suo modo d'azione si riavvicina a quello di un altro gruppo di sostanze, le benzodiazepine.

Stilnox dev'essere usato soltanto in caso di alterazioni pronunciate del sonno e durante un breve periodo, in generale durante 7-10 giorni. Il trattamento non dovrebbe superare 4 settimane. Qualora il medico dovesse eccezionalmente prevedere un trattamento di più lunga durata, discuterà con il paziente la possibilità di continuare la terapia; un tale prolungamento richiederà in seguito un controllo regolare.

È inoltre utile rispettare alcune regole sull'igiene del sonno, come ad esempio: limitare il tempo in cui si rimane a letto; 8 ore sono sufficienti; evitare di dormire durante la giornata, coricarsi e alzarsi a orari regolari, non far uso di bevande stimolanti: tè, caffè, moderare il consumo d'alcol.

Stilnox non deve essere utilizzato nei casi seguenti: sindrome d'apnea durante il sonno ( disordine dell'equilibrio respiratorio con arresti del respiro notturno ), insufficienza respiratoria grave, tendenza eccessiva alla fatica muscolare ( miastenia grave ), insufficienza epatica severa ( gravi disturbi al fegato ), allergia a uno dei componenti, intolleranza al lattosio.

Benché privo di parentela chimica con le benzodiazepine, Stilnox ha certi punti comuni con tali sostanze nel modo d'azione, pertanto è necessario porre attenzione riguardo al rischio di assuefazione.

Stilnox può, come per tutti i sonniferi, condurre a una assuefazione. Essa si manifesta soprattutto in caso di presa ininterrotta durante un periodo prolungato ( in alcuni casi già dopo alcune settimane ), come nelle persone che hanno già sofferto di disordini psichiatrici, di dipendenza alcolica o di tossicodipendenza, e provoca, in caso di brusca interruzione della presa del farmaco, sintomi di astinenza.
I seguenti sintomi possono apparire: agitazione, angoscie, insonnie, disturbi della concentrazione, mal di testa e accessi di traspirazione. Tali sintomi scompaiono in generale dopo 2 a 3 settimane. Al fine di ridurre al massimo il rischio di farmaco-dipendenza, il paziente deve conformarsi alle seguenti raccomandazioni: assumere Stilnox solo dietro ricetta medica, non-aumentare in alcun caso la dose prescritta dal medico.
E' necessario informare il medico qualora desiderasse interrompere la presa del medicamento, una presa prolungata ( generalmente più di 4 settimane ) può soltanto aver luogo sotto stretta sorveglianza medica.

Per le persone anziane, la cura necessita di un controllo medico assiduo.

In certe malattie particolari ( insufficienza respiratoria, epatica, renale ), può essere necessario adattare la posologia. L'effetto di questo medicamento o i suoi effetti secondari possono essere più accentuati in questi pazienti.

Stilnox non deve essere somministrato a bambini di età inferiore a 18 anni, l'esperienza del medicamento su tali soggetti è limitata.

I guidatori di veicoli e gli utenti di macchine sono soggetti a un rischio potenziale di sonnolenza. Una notte completa di sonno ( 7-8 ore ) è raccomandata per ridurre questo rischio.

È sconsigliato assumere Stilnox con alcol, quest'ultimo può potenziarne l'effetto del medicamento.

Sia in soggetti depressi che non, assumere Stilnox può aumentare il rischio di suicidio.

Altri sedativi, quali gli antidepressivi, i calmanti, altri sonniferi, i medicamenti usati per il trattamento dell'epilessia o degli antidolorifici come gli oppiacei, possono potenziare l'effetto di Stilnox in modo accentuato.

Sono stati riferiti casi di persone che, dopo avere preso Stilnox o un medicamento simile, agiscono durante il sonno ( sonnambulismo ) o non essendo completamente sveglie e non se ne ricordano. I comportamenti osservati comprendevano il sonnambulismo guidando, preparando i pasti, mangiando, telefonando o durante i rapporti sessuali e casi isolati di comportamento autolesionista.
La presa di alcol e di altri medicamenti che agiscono sul sistema nervoso centrale in associazione con Stilnox sembra aumentare il rischio di tali comportamenti.
Se compaiono tali comportamenti, pericolosi per il paziente o per le altre persone, è necessario sospendere il trattamento e informare il proprio medico.

L'assunzione di Stilnox può provocare sonnolenza e diminuire il livello di coscienza, che può portare a cadute e lesioni gravi.
Stilnox può ridurre la capacità di reazione, la capacità di condurre un veicolo e la capacità di utilizzare attrezzi o macchine. Inoltre può provocare sonnolenza o visione offuscata.
L'assunzione di alcol può aggravare gli effetti indesiderati.

L'assunzione concomitante di Stilnox con oppioidi può provocare sedazione e insufficienza respiratoria che possono condurre a coma o a decesso.
È importante identificare qualsiasi segno o sintomo di insufficienza respiratoria e di sedazione e informare il medico immediatamente.

La donna incinta o che desidera una gravidanza deve rinunciare ad assumere Stilnox.
In caso d'allattamento, Stilnox non deve essere assunto, dato che una piccola quantità di Zolpidem passa nel latte materno.

La posologia di Stilnox è solitamente di 1 compressa da 10 mg da prendere la sera, immediatamente prima di coricarsi o quando è già a letto.
Non si deve mai superare 1 compressa per notte.
Come regola generale, il paziente deve prendere sempre la più piccola dose efficace e questo durante il periodo più breve possibile.
Se il paziente ha più di 65 anni, il medico prescriverà in generale, per iniziare, una mezza compressa.

Gli effetti collaterali dipendono dalla dose assunta e dalla sua sensibilità individuale, in modo particolare se il paziente è in età avanzata.
Questi effetti appaiono il più sovente nell'ora che segue l'assunzione, se non ci si corica e non ci si addormenta immediatamente. Possono anche apparire l'indomani al risveglio.

In seguito all'assunzione di Stilnox, possono manifestarsi i seguenti effetti collaterali: quelli più frequenti sono: allucinazioni. agitazione, incubi, sonnolenza diurna, stanchezza, mal di testa, vertigini, aggravamento dell'insonnia, disturbi della memoria, diarrea, nausee, vomito, dolore addominale, mal di schiena.
Numerosi casi di infezioni delle alte e basse vie respiratorie sono anche stati osservati. I disturbi della memoria sono frequenti.
Possono apparire occasionalmente effetti come confusione, irritabilità, formicolio, tremori, alterazione dell'appetito, dolori articolari e muscolari, crampi, male al collo, offuscamento della vista e visione doppia.
Sono stati anche osservati rari casi di disturbi della funzione del fegato, ittero o infiammazione epatica.
Casi isolati di caduta sono stati riportati soprattutto da persone anziane o da pazienti che non hanno rispettato la posologia raccomandata.
Sono stati riportati inoltre casi isolati di disturbi dell'attenzione, del linguaggio e lesioni a livello del fegato. ( Xagena2017 )

Fonte: Swissmedic, 2017

Neuro2017 Farma2017


Indietro