OncoGinecologia.net
Cardiologia.net
Mediexplorer

Trattamento dell’artrosi


L'artrosi, o osteoartrosi, è una condizione dolorosa causata da una graduale perdita di cartilagine delle articolazioni e, in alcune persone, infiammazione delle articolazioni.
L'artrosi può colpire quasi tutte le articolazioni, anche se si verifica più frequentemente alle mani, ginocchia, anca, e alla colonna vertebrale.
I sintomi più comuni comprendono: dolore, rigidità e difficoltà di movimento dell'articolazione.

L’artrosi è una condizione cronica che peggiora gradualmente nel tempo. Tuttavia, il trattamento dell'artrosi spesso può ridurre i sintomi, permette al paziente di rimanere attivo, ed, eventualmente, rallentare la progressione di questa condizione.
Il trattamento comprende una combinazione di terapie non-farmacologiche, terapie farmacologiche, e, in alcuni casi, la chirurgia.

Il trattamento dell’artrosi si basa sulla gravità del dolore e della rigidità, sulle articolazioni coinvolte, e sull’efficacia del trattamento.

Trattamento non-farmacologico

I trattamenti non-farmacologici possono migliorare notevolmente i sintomi dell’artrosi, e di solito sono i primi trattamenti raccomandati.

Riposo – I sintomi dell’artrosi peggiorano con l’attività e migliorano con il riposo. Tuttavia, una completa mancanza di attività può portare a una perdita dell’attività muscolare e rigidità articolare.
In caso di esacerbazioni della malattia con dolore e infiammazione significativi, viene raccomandato riposo per 12-24 ore, e in seguito ritorno alle normali attività.

Perdita di peso – Il sovrappeso o l’obesità è fortemente correlata allo sviluppo di artrosi del ginocchio. La perdita di peso, anche modesta, sembra ridurre questo rischio. Non è noto se la perdita di peso rallenta il peggioramento dell’artrosi nelle articolazioni già colpite. Tuttavia, la perdita di peso può ridurre il dolore articolare causato dal peso sulle articolazioni, come l’anca e le ginocchia.

Esercizio fisico – La terapia fisica e l’esercizio fisico migliorano la flessibilità e rafforzano i muscoli che circondano le articolazioni. Le persone che effettuano esercizi fisici in modo regolare nonostante l’artrosi, soffrono in genere meno dolore e presentano una migliore funzione rispetto a quelle inattive.

Ortesi – Le ortesi sono dispositivi che aiutano a mantenere le articolazioni allineate e a funzionare correttamente. Ci sono diversi tipi di ortesi che possono ridurre i sintomi e che possono aiutare a mantenere la funzione nelle persone con artrosi: a) scarpe ben imbottite e ortesi plantari possono ridurre lo stress a livello delle articolazioni della colonna vertebrale e della gamba; stecche che immobilizzano le articolazioni possono ridurre il dolore e l'infiammazione; diverse stecche possono essere indossate tutto il giorno e la notte. Le bretelle possono contribuire a stabilizzare le articolazioni instabili.

Vitamine - Gli studi hanno correlato alcune vitamine alla salute delle articolazioni, ma il ruolo delle vitamine nel trattamento dell'artrosi è incerto. E’ meno probabile che l’osteoartrosi peggiori nelle persone che hanno un elevato apporto alimentare di vitamina C ( Acido ascorbico ) e un elevato apporto dietetico di vitamina D. Tuttavia, non è noto se la supplementazione con queste vitamine abbia effetto o se elevati apporti dietetici di vitamine possano prevenire l'insorgenza dell’artrosi.

Terapia del caldo e del freddo - L'applicazione del caldo e del freddo per le articolazioni affette da artrosi può aiutare a controllare i sintomi, come dolore e rigidità.
a) Terapia del caldo – Il calore allevia il dolore e la rigidità delle articolazioni artrosiche. Il calore può essere applicato alle articolazioni con impacchi caldi, borse di acqua calda, guanti riscaldati elettricamente. Per evitare scottature, le borse di acqua calda devono essere riempite con acqua calda, ma non-bollente.
b) Terapia del freddo – Il freddo allevia il dolore nelle articolazioni artrosiche e riduce gli spasmi muscolari. Il freddo può essere applicato per brevi periodi con impacchi di ghiaccio o spray refrigerante. Le persone con determinate patologie, come ad esempio il fenomeno di Raynaud non devono sottoporsi alla terapia del freddo.

Stimolazione nervosa elettrica transcutanea ( TENS ) - Una unità TENS fornisce una lieve corrente elettrica stimolando le fibre nervose a livello cutaneo che possono interferire con la trasmissione dei segnali di dolore dalle articolazioni artrosiche.
Tuttavia, l'uso di TENS come trattamento dell’artrosi è controverso. Alcuni studi hanno trovato che coloro che utilizzano TENS per l'artrosi del ginocchio presentano riduzione dolore al ginocchio, una maggiore capacità di piegare l’arto, e una durata ridotta della rigidità mattutina. Un altro studio ha trovato che TENS non è più efficace del Naproxene o del placebo nell’alleviare il dolore.

Altre terapie

Integratori alimentari – La Glucosamina e la Condroitina solfato sono integratori alimentari che hanno ricevuto particolare attenzione per il loro potenziale beneficio nel ridurre il dolore e nel rallentare la progressione dell'artrosi.
In uno studio controllato la Glucosamina non è risultata più efficace del placebo nell’alleviare il dolore da artrosi o nel migliorare la funzione. La Glucosamina non sembra rallentare il peggioramento dell'artrosi nel lungo periodo. L’assunzione di Glucosamina è associata a pochi effetti collaterali; non dovrebbe essere utilizzata dai pazienti che sono allergici ai crostacei.
La Condroitina solfato, impiegata da sola, sembra fornire scarso beneficio per le persone con artrosi. Non ci sono effetti collaterali significativi con l’impiego della Condroitina solfato.
La combinazione di Glucosamina e Condroitina solfato non ha dimostrato di essere superiore al placebo nell’alleviare il dolore o migliorare la funzionalità nei pazienti con osteoartrosi del ginocchio.

Medicina tradizionale cinese - Diversi componenti della medicina tradizionale cinese, tra cui erbe e agopuntura, possono aiutare a controllare i sintomi dell’artrosi in alcune persone, anche se i benefici di queste terapie non sono stati confermati in studi clinici di grandi dimensioni. Reumalex, corteccia di salice, ortica, Articulin-F, artiglio del diavolo, estratto di soia e la frazione insaponificabile dell’olio di avocado e Phytodolor possono migliorare il dolore da artrosi, mentre altre erbe e combinazioni come EazMov, Gitadyl, o estratto di zenzero sono probabilmente inefficaci.

Capsaicina crema - Alcune persone presentano sollievo dal dolore artrosico quando applicano creme contenenti Capsaicina, il principio attivo del peperoncino. La Capsaicina agisce diminuendo a livello neuronale una sostanza, PIP2, riducendo il dolore da artrosi di circa il 30% in alcune persone. Il 40% delle persone manifesta effetti indesiderati quando utilizza la crema a base di Capsaicina, tra cui bruciore e arrossamento della cute.

Trattamento farmacologico

La terapia farmacologica è una componente chiave nel trattamento della artrosi.

Farmaci antidolorifici – Gli analgesici alleviano il dolore, ma non hanno alcun effetto sulla infiammazione. Questi farmaci sono spesso raccomandati quando il dolore da artrosi non risponde alle misure non-farmacologiche. Farmaci di questa classe comprendono il Paracetamolo ( anche noto come Acetaminofene ) e gli analgesici oppioidi ( narcotici ). Il Paracetamolo può alleviare il dolore lieve-moderato da artrosi. Per evitare i gravi ma rari effetti collaterali a livello del rene e/o del fegato da Paracetamolo, è importante seguire le istruzioni sul dosaggio ed evitare di bere quantità eccessive di alcol.
La forma grave di dolore da esacerbazioni improvvise di artrosi può richiedere un trattamento con analgesici oppioidi come la Codeina. I narcotici dovrebbero essere assunti solo per brevi periodi di tempo, perché possono creare dipendenza. Sono spesso più efficaci quando assunti assieme ai farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ). I narcotici possono anche essere combinati con il Paracetamolo.

Farmaci antinfiammatori non-steroidei – I FANS alleviano il dolore e riducono l'infiammazione. Oltre ai farmaci antinfiammatori di prescrizione esistono molti prodotti da banco ( OTC ). Questi farmaci sono spesso raccomandati prima degli analgesici nelle persone che soffrono di artrosi e presentano infiammazione.
Sono consigliati anche per alcune persone con osteoartrosi infiammatoria che non ricevono un adeguato sollievo dal dolore con semplici analgesici.

Iniezioni alle articolazioni - Per le persone con dolore da artrosi possono essere impiegati due tipi di iniezioni, una a base di glucocorticoidi ( steroidi ) e l’altra a base di Ialuronato ( Acido Ialuronico ).

a) Iniezioni di glucocoticoidi ( steroidi ) - I glucocorticoidi possono sopprimere l'infiammazione e possono alleviare i sintomi di artrosi quando iniettati nelle articolazioni artrosiche. Le iniezioni di glucocorticoidi sono raccomandate nelle persone che hanno artrosi limitata a poche articolazioni e che avvertono ancora dolore, nonostante l'uso di farmaci antinfiammatori. Le iniezioni di glucocorticoidi possono anche essere raccomandate per le persone con artrosi che non possono assumere gli antinfiammatori. Le iniezioni alle articolazioni possono causare pochi effetti indesiderati, ma alcune persone possono andare incontro a esacerbazione, di breve durata, dei sintomi di artrosi dopo l'iniezione. C'è anche un piccolo rischio di infezione articolare.
I glucocorticoidi possono danneggiare alcune articolazioni quando iniettati frequentemente. Pertanto, vengono consigliate non più di tre o quattro iniezioni all'anno per ogni particolare articolazione che sostengono un peso come il ginocchio.

Iniezioni di Ialuronato – Il normale liquido sinoviale contiene una grande quantità di ialuronato, che conferisce visocisità al liquido. Gli ialuronati sintetici possono essere iniettati nel ginocchio per trattare l'artrosi. Dopo l'iniezione, il dolore può durare per diversi mesi. Due prodotti che hanno efficacia paragonabile sono: Acido Ialuronico ( Hyalgan ) e Hylan-GF-20 ( Synvisc ). Questi di norma sono iniettati nel ginocchio, ma è in corso di studio il loro impiego in altre articolazioni. Dopo questo tipo di iniezione può verificarsi infiammazione dell’articolazione. Come con gli steroidi, esiste un piccolo rischio di infezione. Qualora dovessero svilupparsi forti dolori alle articolazioni dopo l'iniezione, è necessario informare immediatamente il medico curante. Le iniezioni di Ialuronato sono generalmente riservate alle persone con artrosi che non possono assumere gli antinfiammatori o che non raggiungono un adeguato sollievo dal dolore con questi farmaci.

Trattamenti chirurgici

La chirurgia è solitamente riservata alla forma grave dell'artrosi che limita in modo significativo le attività e che non risponde ad altri trattamenti. Tuttavia, la chirurgia è consigliata prima che l’artrosi provochi complicanze quali la perdita muscolare e le deformità articolari. Dopo l’intervento chirurgico è necessaria la riabilitazione.

Artroscopia e irrigazione della articolazione - Il vantaggio della chirurgia artroscopica nelle persone con artrosi è controverso. In uno studio, i pazienti sottoposti a reale trattamento artroscopico e irrigazione dell’articolazione sono stati confrontati con altri che avevano ricevuto una procedura simulata. Il miglioramento post-procedura dei sintomi è risultato simile nei due gruppi.
Un gruppo selezionato di pazienti con artrosi può beneficiare della artroscopia. Tuttavia, le persone con artrosi significativa hanno maggiore probabilità di beneficiare di altri tipi di chirurgia.

Riallineamento - La chirurgia può essere utilizzata per riallineare le ossa e altre strutture comuni che sono diventate disallineate a causa della artrosi di lunga data. Per il ginocchio, il riallineamento può consistere nello spostare il peso alla cartilagine sana per alleviare il dolore da artrosi. Questo tipo di allineamento può essere raccomandato per i pazienti più giovani e attivi, al posto della chirurgia di sostituzione articolare.

Fusione articolare – La chirurgia può essere impiegata per fondere in maniera permanente due o più ossa assieme in una unica articolazione. Questo può essere raccomandato per articolazioni gravemente danneggiate per le quali l'intervento di sostituzione articolare non è appropriato. La fusione può essere raccomandata per articolazioni del polso e della caviglia e per le piccole articolazioni delle mani e dei piedi. Questa procedura elimina il dolore ma anche la capacità di movimento dell'articolazione.

Sostituzione dell’articolazione – La chirurgia può essere utilizzata per sostituire una articolazione danneggiata con una articolazione artificiale. Il motivo più comune per un intervento chirurgico di sostituzione articolare è il dolore non-controllato da una combinazione di trattamenti non-farmacologici e farmacologici.
L’intervento chirurgico di sostituzione allevia notevolmente il dolore nelle persone con grave forma di artrosi dell'anca o del ginocchio, e questo beneficio sembra durare per almeno tre anni. Tuttavia, può essere necessario attendere fino a un anno prima che i vantaggi della chirurgia di sostituzione dell'articolazione diventino evidenti.

Innesto di cartilagine - La chirurgia può essere utilizzata per innestare nuove cellule della cartilagine nelle regioni con danno alla cartilagine. I benefici dell’innesto della cartilagine nelle articolazioni artrosiche sono oggetto di studio.
L’innesto della cartilagine è probabile abbia successo quando il danno della cartilagine è limitato a una zona molto piccola, circondata da cartilagine normale. Le tecniche esistenti non possono essere applicate a persone con ampie aree di cartilagine sottile o assente. ( Xagena2016 )

Fonte: UpToDate, 2016

Reuma2016 Orto2016 Chiru2016 Farma2016


Indietro