Alliance Dermatologia & Dermocosmesi
Farmaexplorer.it
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Rischio di rigurgito / insufficienza delle valvole cardiache con i fluorochinoloni ad uso sistemico ed inalatorio


Gli antibiotici fluorochinolonici per uso sistemico e inalatorio ( Ciprofloxacina, Delafloxacina, Levofloxacina, Lomefloxacina, Moxifloxacina, Norfloxacina, Ofloxacina, Pefloxacina, Prulifloxacina, Rufloxacina ) sono associati a rischio di rigurgito / insufficienza della valvola cardiaca.
Sintesi

I fluorochinoloni per uso sistemico e inalatorio possono aumentare il rischio di rigurgito / insufficienza delle valvole cardiache.

Le condizioni che predispongono al rigurgito / insufficienza delle valvole cardiache includono patologie congenite o preesistenti delle valvole cardiache, malattie del tessuto connettivo ( ad esempio la sindrome di Marfan e la sindrome di Ehlers-Danlos ), la sindrome di Turner, la malattia di Behçet's, l’ipertensione, l’artrite reumatoide e l’endocardite infettiva.

Nei pazienti a rischio di rigurgito / insufficienza delle valvole cardiache, i fluorochinoloni per uso sistemico e inalatorio devono essere utilizzati solo dopo attenta valutazione del rapporto beneficio / rischio e dopo aver preso in considerazione altre opzioni terapeutiche.

I pazienti devono essere avvisati di rivolgersi immediatamente al medico in caso di dispnea acuta, insorgenza de novo di palpitazioni, o comparsa di edema addominale o degli arti inferiori.

Ulteriori informazioni sulla sicurezza

I fluorochinoloni sono antibiotici approvati nell’Unione Europea per il trattamento di alcune infezioni batteriche, comprese quelle potenzialmente letali.

Poiché possono presentare effetti indesiderati anche gravi e di lunga durata, il loro uso è generalmente limitato a quelle infezioni per le quali sia considerato inappropriato l’uso di altri antibiotici comunemente raccomandati per queste infezioni.

I fluorochinoloni devono essere usati solo dopo attenta valutazione dei possibili benefici rispetto ai rischi, inclusi quelli di aneurisma e di dissezione dell’aorta.

Un recente studio epidemiologico ha riportato un aumento del rischio di circa due volte di rigurgito della valvola mitralica e aortica in pazienti trattati con fluorochinoloni sistemici, in confronto a pazienti trattati con altri antibiotici ( Amoxicillina o Azitromicina ).
In pazienti trattati con fluorochinoloni, sono stati riportati diversi casi, clinicamente confermati, di rigurgito / insufficienza a carico di qualsiasi valvola cardiaca, in cui il nesso causale è stato ritenuto probabile o possibile.

Inoltre, uno studio di laboratorio ha riportato che l’esposizione a Ciprofloxacina ha condotto alla degradazione del collagene in cellule miofibroblastiche dell’aorta donate da pazienti con patologie dell’aorta, incluso rigurgito dell’aorta.
Questo dato chiarisce il meccanismo con il quale la degradazione del tessuto connettivo indotta dai fluorochinoloni possa essere messa in relazione al rigurgito/insufficienza delle valvole cardiache.
La degradazione del collagene è stata anche ipotizzata per i disturbi dei tendini e dell’aorta associati ai fluorochinoloni.

I fattori che aumentano il rischio di rigurgito / insufficienza delle valvole cardiache includono le patologie della valvola cardiaca congenite o preesistenti, le malattie del tessuto connettivo, la sindrome di Turner, la malattia di Behçet's, l’ipertensione, l’artrite reumatoide, e l’endocardite infettiva.

Nei pazienti a rischio di rigurgito / insufficienza delle valvole cardiache, i fluorochinoloni per uso sistemico e inalatorio devono essere usati solo dopo attenta valutazione del rapporto di beneficio / rischio e dopo aver preso in considerazione altre opzioni terapeutiche.

I pazienti devono essere avvisati di rivolgersi immediatamente al medico in caso di dispnea acuta, insorgenza de novo di palpitazioni, o comparsa di edema addominale o degli arti inferiori. ( Xagena2020 )

Fonte: EMA & AIFA, 2020

Inf2020 Cardio2020 Farma2020


Indietro