Nutraceutici
Alliance Cicatrici
Colifagina S
Farmaexplorer.it

Terapia farmacologica dell’osteoporosi


Un certo numero di farmaci sono disponibili per ridurre la perdita ossea e mantenere la massa ossea, tra questi:

Bifosfonati

I bifosfonati sono in grado di inibire la distruzione dell'osso, preservare la massa ossea, e inoltre aumentare la densità ossea a livello della colonna vertebrale e dell'anca, riducendo il rischio di fratture.
Alcuni di questi farmaci sono: Alendronato ( Fosamax ), Ibandronato ( Boniva ), Risedronato ( Actonel ) e Acido Zoledronico ( Reclast / Aclasta ).
I bifosfonati trovano anche indicazione per gli uomini, e le persone con osteoporosi indotta da steroidi. Sono utilizzati anche per prevenire l'osteoporosi nelle persone che richiedono un trattamento prolungato con steroidi per una patologia come l'asma o l’artrite.
I più comuni effetti collaterali dei bifosfonati sono: nausea, dolori addominali, difficoltà a deglutire e il rischio di infiammazione dell’esofago o ulcere esofagee.
Qualora il paziente non dovesse tollerare i bifosfonati per via orale, il medico può raccomandare periodiche infusioni endovenose di bifosfonati.
Con l’impiego di bifosfonati sono state anche segnalate gravi reazioni avverse, seppur rare, come osteonecrosi della mandibola, fratture atipiche del femore, alterazioni del battito cardiaco e disturbi visivi.

Raloxifene

Il Raloxifene ( Evista ) appartiene ad una classe di farmaci chiamati modulatori selettivi del recettore dell'estrogeno ( SERM ).
Il Raloxifene ha un’azione simile a quella degli estrogeni sulla densità ossea nelle donne in postmenopausa, senza tuttavia alcuni dei rischi associati agli estrogeni, come il rischio di cancro dell’utero e, prababilmente, il cancro al seno.
Un comune effetto collaterale del Raloxifene è rappresentato dalle vampate di calore.
Il Raloxifene non deve essere utilizzato in pazienti con storia di coaguli ematici.
Il Raloxifene non è raccomandato negli uomini,

Calcitonina

La Calcitonina è un ormone prodotto dalla tiroide, in grado di ridurre il riassorbimento osseo e di rallentare la perdita ossea. Può anche prevenire le fratture della colonna vertebrale, e può anche dare qualche sollievo al dolore da fratture da compressione.
Di solito la Calcitonina è somministrata come spray nasale e può causare irritazione nasale in alcune persone che ne fanno uso, ma è anche disponibile sotto forma di iniezione.
Poiché la Calcitonina non è potente come i bifosfonati, il suo uso è normalmente riservato a persone che non possono assumere altri farmaci.

Teriparatide

La Teriparatide ( Forteo / Forsteo ) è un analogo dell'ormone paratiroideo; viene impiegata nell'osteoporosi nelle donne in postmenopausa e negli uomini che sono ad alto rischio di fratture.
La Teriparatide agisce stimolando la crescita di nuovo tessuto osseo.
La Teriparatide è somministrata una volta al giorno tramite iniezione sottocutanea nella coscia o nell'addome.
Gli effetti a lungo termine sono ancora in fase di studio, pertanto la terapia non deve essere superiore ai 2 anni.

Terapia ormonale

Gli estrogeni, soprattutto quando sono iniziati immediatamente dopo la menopausa, possono aiutare a mantenere la densità ossea.
Tuttavia, l'uso della terapia ormonale può aumentare il rischio di coaguli ematici, cancro dell’endometrio, cancro al seno, e malattie cardiache.
A causa delle possibili gravi reazioni avverse, la terapia ormonale non è generalmente un trattamento di prima scelta. ( Xagena2010 )

Fonte: Mayo Clinic, 2010

Farma2010 Gyne2010 Endo2010


Indietro